Three case reports demonstrating treatment of relatively complex orthodontic cases using a completely customised lingual appliance

(Buckley J. J Ir Dent Assoc. 2016 Apr-May;62(2):106-13)

In questo articolo vengono presentati tre casi clinici complessi trattati con apparecchiatura linguale completamente customizzata (Incognito TM _TOP service 3m Unitek, Bad Essen, Germany e WinTM -DW lingual systems, Bad Essen, Germany).

Il primo caso è quello di un uomo di 30 anni con una malocclusione di Classe I caratterizzata da un severo affollamento di entrambe le arcate. I primi premolari superiori erano stati estratti quando era un bambino, mentre i primi premolari inferiori sono stati estratti prima del trattamento eseguito con il sistema Incognito TM. Gli autori hanno focalizzato la loro attenzione sui seguenti punti principali:

  • il paziente presentava un problema di Bolton che è stato risolto con dello stripping inferiore segnalato dal laboratorio al clinico.
  • a causa dell’inclinazione linguale del secondo premolare inferiore di destra è stato necessario sezionare la mascherina di trasferimento indiretta a livello del primo premolare inferiore di destra. In questo modo le mascherine di trasferimento sono state bondate separatemente.
  • non è stato possibile bondare l’incisivo centrale inferiore destro sin dall’inizio in quanto lo spazio era insufficiente; il dente è stato connesso inizialmente all’arco mediante legatura elastica e una volta creato lo spazio è stato bondato.
  • una volta completata la chiusura degli spazi è stato visto che i denti inferiori da canino a canino avevano tutti un eccessivo tip corono distale rispetto al set up. In questo caso è stato ordinato in aggiunta un arco in TMA con 15° di tip mesiale sui canini e 12° di tip mesiale sugli incisivi.
  • per correggere l’open bite laterale è stato chiesto ai pazienti di indossare degli elastici a V invertita attaccati a dei bottoni in composito, da portare la notte per tre mesi.

schermata-2016-11-15-alle-00-30-48

schermata-2016-11-15-alle-00-31-14

Il trattamento è durato 25 mesi e come contenzione sono stati consegnati degli Essix.

 

Il secondo caso è quello di un ragazzo di 28 anni che presentava una malocclusione di Classe III da retrusione mascellare. Il paziente è stato trattato con un trattamento combinato ortodontico chirurgico mediante Le Fort I per ottenere un avanzamento mascellare e con un apparecchio linguale WinTM (DW lingual systems, Bad Essen, Germany).

schermata-2016-11-15-alle-15-35-13

schermata-2016-11-15-alle-15-35-25

 

Secondo gli autori i punti salienti del trattamento sono stati:

  • chiedere al laboratorio di rimuovere 0.25 mm dalle superfici interprossimali dei denti di entrambe le arcate da primo molare a primo molare per evitare l’eccessiva proclinazione ed espansione dell’arcata inferiore. Lo stripping è stato poi eseguito su paziente.
  • chiedere al laboratorio di rispettare i limiti buccali dell’osso mascellare nel set up dell’arcata superiore. Se ciò non fosse stato possibile si sarebbe resa necessaria un’espansione chirurgica del mascellare.
  • richiedere un arco 0.18 x 0.25 SS in iperespansione per ottenere l’espansione desiderata.
  • posizionare degli stop sull’arco a livello del primo premolare come indicato nel template per creare spazio nell’arcata inferiore. Non è stato possibile bondare il canino inferiore di sinistra sin dall’inizio in quanto la sua superficie linguale non era accessibile. Per facilitarne la rotazione un bottone di composito è stato posizionato sulla superficie vestibolare del dente ed una catenella elastica è stata estesa dal bottone all’arco sulla superficie distale del dente. il bracket è stato posizionato una volta ottenuta la derotazione del canino.
  • per facilitare la derotazione dei canini mandibolari è stata usata una catenella elastica stirata attorno alla superficie vestibolare del dente, dall’arco al bracket del dente da deruotare. un gradino di composito è stato posizionato vestibolarmente sotto la catenella per evitare che questa scivolasse incisalmente.
  • nell’arcata inferiore sono comparse delle recessioni gengivali a fine trattamento. Il paziente è stato istruito nell’ avere una buona igiene orale e gli è stato spiegato che le lesioni dovranno essere monitorate nel tempo.

schermata-2016-11-15-alle-15-36-52

Il trattamento è durato 26 mesi e come retainers sono stati consegnati degli Essix.

Il terzo caso descrive l’uso di un’apparecchiatura di Herbst in combinazione con un’apparecchiatura linguale Incognito TM per correggere una malocclusione di Classe II divisione 2. Il paziente aveva 16 anni ed una Classe II scheletrica da retrusione mandibolare. In questo caso l’herbst è stato indossato per circa 14 mesi.

schermata-2016-11-15-alle-15-51-22

Gli autori fanno notare come il bracket dell’incisivo centrale superiore di sinistra sia stato posizionato decentrato in quanto la superficie distale del dente non era inizialmente accessibile. Il bracket decentrato è stato disegnato per essere passivo sull’arco di finitura una volta allineato il dente. Il tempo di trattamento è stato di 24 mesi.

schermata-2016-11-15-alle-15-51-43

 

Report a cura della Dott.ssa Laura Bonaccorso

Leave a comment